Home » GARE » VILLAREGGIA 1/11/2017

VILLAREGGIA 1/11/2017

VALSESIA, DI PRIMA, FAVARO E BARBAZZA .. SPETTACOLO A VILLAREGGIA

VALSESIA, DI PRIMA, FAVARO E BARBAZZA .. SPETTACOLO A VILLAREGGIA - MASTERCROSSMTB

 VALSESIA, DI PRIMA, FAVARO E BARBAZZA .. SPETTACOLO A VILLAREGGIA

Sullo spettacolare percorso disegnato in minima parte sul “Pump Track” del centro sportivo con gobbe sterrate,  salti più o meno regolari e in parte sulle campagne del popoloso paesotto di mille anime che fa da sentinella alla Dora Baltea, s’è vendemmiata la quinta prova del Criterium Palzola, un raccolto che fa sorridere il Team Pedale Pazzo di mister Caterpillar Riconda e della Presidentissima del centro sportivo Cristina Tessiore quando ai nastri di partenza in centoventidue  allacciano il caschetto tutti vogliosi di darsi battaglia ma, anche di godere di un bel clima amichevole che è il fattore determinante di questo seguitissimo circuito Acsiano. Primi a partire i giovani e subito comincia il festival dei veterani con Invano Favaro ( veterani 1) e Orlando Borini   (veterani 2) che fanno il vuoto molto presto e se ne vanno inutilmente inseguiti dai pur volitivi Vincenzo Crivellari , Dario Berardi, Cristian Melis  e “the doctor”  Antonio Mazzuero che nulla possono  fare contro l’asfissiante pressing dei due fuggitivi. Anche fra i senior assistiamo ad un ciclismo champagne grazie alle belle performance del fisicato Francesco Barbazza (senior 2) che deve vedersela con un sempre più convincente Stefano Martinotti, a suo agio nel tratto del Pump Park, un po meno in quello pedalato e dai lunghi rapporti dove la potenza di Barbazza fa la differenza, esattamente come il più giovane e senior 1 Pietro Vitanza al quale serviva una vittoria per accrescere un po’ la sua autostima e dopo un match tutt’altro che facile per la strenua resistenza di Stefano Missiaggia e Alessandro  Bertolotti impegna anche il cuore per portare a casa una vittoria bella come il sole e da incorniciare nel suo team Fuori Onda. Un elemento al fulmicotone come lo junior Mario Gaudelli che sul percorso di Villareggia  ha dato spettacolo, difficilmente concede qualche chance ai suoi rivali, s’è  “preso” la gara e la scena con quel suo ciclismo tutto fisico e l’unico che ha cercato di arginare la sua furia agonistica è stato il rientrante  Nicholas Turetta che sarà da tenere in buona considerazione. Aiutato da una buona dose di fisicità e da una condizione superlativa, il debuttante Gioele Binello si esibisce in un assolo davvero pregevole e affonda la spada nella roccia per portare a casa i fiori e il cesto destinato al vincitore ma anche Danilo Allamano e il figlio d’arte Tommy Sarasso hanno corso bene e salgono sul podio. Ordine, cinismo e soprattutto due bocche di fuoco micidiali sono le armi in più del duo delle meraviglie composto dal gentleman 1 Angelo Borini e  Massimo Valsesia ( gentleman 2) che se ne vanno già alle prime curve. Ce la mettono tutta i pur fortissimi Davide Visentin ed Eugenio Cossetto ma quei due là davanti sono micidiali, soprattutto Valsesia che aspetta, tira, incita il compagno di squadra Borini a resistere e a dare qualche cambio e poi, quando la vittoria è sotto chiave per entrambi si esibisce in un assolo che pare un siluro, balisticamente perfetto che colpisce il centro esatto delle sue convinzioni e del resto se è campione italiano ci sarà un perché! Ho provato – ci ha detto convinto il super A Gaetano Sartor – a far valere le mie doti e ad essere aggressivo in ogni angolo del percorso e grazie a Dio ci sono riuscito. Alla grande – aggiungiamo noi – ed è la quarta vittoria su cinque gare ma il “Lupo” Claudio Facchini sta crescendo ed è pronto per la vittoria, visto che per la seconda volta in otto giorni arriva in volata e perde per uno/due secondi. Promossi anche Claudio Biella e un crescente Licio Gelli. Vigilio Berti, diciamolo, non è elegantissimo con quella pedalata sgraziata e scomposta ma, obbiettivamente è tenacemente convincente e a nulla serve il caparbio inseguimento del suo compagno di squadra e di categoria ( super B) Angelo Pionna che lo vede sempre più allontanarsi mentre s’avvia a cogliere un’importante affermazione per la gioia del suo President Gianni Riconda che con 51 punti vince anche il trofeo per società. Paganini non ripete ma Daniela di Prima invece si e anche  spesso se è vero com’è vero che in quattro gara coglie quattro vittorie ma soprattutto si dimostra una musicista sopraffina che le suona, e senza nessun rispetto, anche alla sua Presidente Silvia Bertocco e alla vincitrice del master Mb Bergamo Kathrin Oertel. Fiori, flash e applausi anche per la donna A Elena Bargero e per la mascotte del Criterium Palzola, la Primavera Sofia Mazzuero che potrebbe fare quattro giri anziché otto per via della sua giovane età ma, tenacemente fa tutta la gara ancora una volta e gli spettatori l’acclamano per l’impegno, del resto, proviene da una famiglia di sportivi dove impegno e sacrifici sono pane quotidiano. Chapeaux!

Carmine Catizzone

 

 

CICLOTURISTICA CON DIEGO ROSA E JACOPO MOSCA

CICLOTURISTICA CON DIEGO ROSA E JACOPO MOSCA - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI V. ZULIANI

GUARDA IL NOSTRO CANALE YOUTUBE

MASTERCROSSMTB CHANNEL

MAGICO TEMPE SFIDA ...L'IMPOSSIBILE

MAGICO TEMPE SFIDA ...L'IMPOSSIBILE - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

WEEK.END IMPORTANTE PER I PADOVANI

WEEK.END IMPORTANTE PER I PADOVANI - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

Team Armistizio Zerolite in festa

Team Armistizio Zerolite in festa - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

RIUNIONE PROVINCIALE PD IL 27 C.M. A TORREGLIA

RIUNIONE PROVINCIALE  PD IL 27 C.M. A TORREGLIA - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

MEMORIAL VILMA E LUIGI DONDI A MASSERANO

MEMORIAL VILMA  E LUIGI DONDI A MASSERANO - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI C.N.

CAMPIONATO SOCIALE PEDALE CARMAGNOLESE

CAMPIONATO SOCIALE PEDALE CARMAGNOLESE - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI V. ZULIANI