Home » Non solo master » LE CRONACHE DI VALERIO ZULIANI

LE CRONACHE DI VALERIO ZULIANI

PACCHIARDO E BAUSARDO ... RIMA VINCENTE

PACCHIARDO E BAUSARDO ... RIMA VINCENTE - MASTERCROSSMTB

PACCHIARDO E BAUSARDO ... RIMA VINCENTE 

 

Racconigi (Cn), 14 marzo 2018 – Non è proprio primavera inoltrata ma forse ci siamo. Non piove e il tempo sembra essersi ripreso, così i ciclisti possono uscire tranquillamente di casa senza paura di prendere acqua e freddo. A Racconigi, in occasione del Trofeo Bar Mario, sono 157 gli atleti che s’iscrivono alla gara, organizzata da asd Va Mac in Bici E che assegnerà i punti per il Campionato Provinciale Strada di Torino.

Il percorso è quello classico di circa 17 chilometri da fare quattro volte e che tocca i comuni di Cavallerleone, Murello, Ruffia e Racconigi. Alla fine del quarto giro si svolta in strada Pedaggera di Cavallerleone e si arriva sul cavalcavia.

Partenza alle 15 per i 72 concorrenti di prima fascia. Il percorso interamente pianeggiante invita a fare velocità e molti sono i tentativi per evadere dal gruppo, tra questi notiamo particolarmente attivi Mostaccioli, Caresio, Barra, Turco, Barbero, Fissore, Pera e altri. Nessuno però riesce a prendere il largo definitivamente.

Nel finale di corsa, quando siamo ormai nel rettilineo conclusivo, assistiamo al coraggioso tentativo di Finotto, lui che è un velocista, che decide di giocare le sue carte come un finisseur. Finotto esce dal gruppo a 500 metri dall’arrivo e guadagna subito 50 metri. Dalla linea del traguardo assistiamo con apprensione, ma sarebbe meglio dire “passione” a questo tentativo quasi scriteriato, cose che ormai si vedono solo più in televisione. Finotto regge alla volata del gruppo che ondeggia e si avvicina minacciosamente. Mancano ancora 200 metri e c’è da salire sul cavalcavia. Giuseppe Finotto tiene ancora, sembra quasi farcela, ma quando la strada smette di salire, il senior Walter Pacchiardo lo supera, solo lui però, perché il nostro “eroe di giornata” non si arrende e riesce a tenergli la ruota.

Vince Pacchiardo, coprendo i 73,5 km alla mirabile media di 44,610 km/h. Finotto è secondo, davanti a Sosnovschenko, Mostaccioli, Testai, Caporali, Campo, Lenza, Barra, Sciandra, Enrieu, Perazzi e Marchetta con tutti gli altri dietro.

Solo un po’ meno forte vanno gli 85 corridori di seconda fascia, tra i quali, nel corso della seconda tornata, nasce la fuga decisiva, con Bosticco, Bausardo, Ferracin, Dall’Osto, Ragazzini, Giolitti, Olivero, Gualtiero Capellino, Costantini, Bet, Bonato, Ferrero e Fausone.

Nel finale di gara i fuggitivi si danno battaglia e, a due chilometri dal traguardo, Bausardo guadagna un centinaio di metri. Alle sue spalle non si organizzano subito e, quando parte, prima DallOsto e poi Bosticco, i giochi sono fatti. Bausardo vince a braccia alzate, alla media di 41,830 km/h, lasciando i primi due inseguitori a 50 metri uno dall’altro. Poi arriva Olivero, seguito da Ferracin, Bet, Costantini (1° sgA), Fausone (2°sgA), Ferrero, Giolitti, Capellino e Sturaro, che nella volata del gruppo allungato precede Ragazzini, lasciatosi sfilare, Batilde, Ercole e quel che rimane dello sfilacciamento del plotone.

Si fa ritorno al Bar Mario per la cerimonia di chiusura della manifestazione e per raccontarsi la corsa, ognuno a modo suo, che sembrano tante corse diverse. Ma il ciclismo amatoriale è così, ci si conosce tutti, anche chi viene da lontano ed è bello rimanere ancora insieme, indugiando sui particolari tecnici e atletici che hanno caratterizzato ogni prestazione, magari esagerando un po’.

Con la valida collaborazione dei giudici di gara, le classifiche sono presto esposte e si procede alla premiazione, come da locandina, per tutti i presenti.

I prossimi appuntamenti strada sono, sabato 21 aprile a Macello di Pinerolo, dove entra in scena la 2ª serie e il suo Campionato e domenica mattina a Baldissero d’Alba, dove si recupera la gara di Villastellone che, causa il diniego del comune di Poirino, non si può effettuare. Con Baldissero continua, come da programma, il Campionato Strada Torino.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.app.goo.gl/84LmW0AKBWnHm9Qs1

 

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

FENOCCIO, VIGLIONE E MERULA A SALICETO

FENOCCIO, VIGLIONE E MERULA A SALICETO - MASTERCROSSMTB

FENOCCHIO, VIGLIONE, MERULA E MARIELLA FISSORE SUGLI SCUDI DELLE ROCCHE DEL ROERO

Saliceto di Pocapaglia (Cn), 8 aprile 2018 – Finalmente una domenica mattina normale e senza pioggia, quella che troviamo andando a Saliceto per la 26ª Rocche in Bike. Ventisei edizioni che si ripetono tutti gli anni sul percorso suggestivo delle argillose Rocche del Roero.

La gara di oggi, organizzata da Tecnobike Bra, è valida come prima prova del Campionato Provinciale Cuneo MTB e terza prova di Coppa Acsi Piemonte XC.

L’affluenza dei partecipanti, nel locale della Proloco, è notevole: ben 104 iscritti di tutte le categorie.

Il percorso è completamente rinnovato e misura 8 chilometri da percorrere 1, 2, 3 volte secondo le fasce di categorie.

La prima fascia prende il via alle 10 e le altre qualche minuto dopo.

Mentre i più piccoli, della categoria primavera, concludono la loro prova dopo un giro, con Manuele Fenocchio che vince davanti a Mattia Amadio, Francesco Rogati e Davide Manfredi, alla media di 16,20 km/h, assistiamo al passaggio di Paolo Viglione, Alessandro Maran e Davide Rogati in testa alla corsa, seguiti da Solavaggione e Borgo.

Tra i “seconda fascia”, Pasquale Merola transita solitario davanti a Salone, Giacometti e Cagliero.

Nella seconda tornata si mischiano un po’ le carte e mentre Merola, indisturbato al comando, taglia il traguardo vincitore, alla media di 21,77 km/h, alle sue spalle si piazzano Giacometti, Casalegno, Salone e il debuttante Allamanno, seguito ancora da Strobino, Viglione e dall’altro debuttante, Marco Campesato.

Arrivano anche le donne, con Mariella Fissore che si piazza davanti a Maria Elena Belfiore.

Nel frattempo, una caduta, fortunatamente risoltasi solo con qualche contusione, mette fuori causa Davide Rogati, mentre Paolo Viglione, liberatosi ormai degli avversari procede quasi sicuro verso la vittoria, seguito da Maran, Solavaggione, Borgo e Pasquero.

Al traguardo vince Viglione, alla media di 24,860 km/h, davanti a Solavaggione, Maran, Borgo, Brondello, Pasquero, Parracone, Mollo, Valentino Zappino, Barilati, Mussa e Marco Zappino.

Chi arriva, va subito a lavare le bici e poi si rifocilla a un gradito rinfresco/aperitivo che la famiglia Manfredi offre come da tradizione.

Premiazione per tutti, anche questo come da tradizione, e foto di rito, chiudono la manifestazione.

Il Campionato Provinciale vede ora al comando Emanuele Fenocchio, Mattia Mattis, Ghibaudo, Daniele Saglia, Mussa, Marco Zappino, Strobino, Rinaldo Viglione, Stroppiana, Marengo e Mariella Fissore, rispettivamente nelle categorie primavera, junior, senior 1 e 2, veterani 1 e 2, gentleman 1 e 2, sgA, sgB e donne.

Il prossimo appuntamento è domenica 15 aprile a Baldissero Torinese per la 17ª Munta e Cala, che sarà prova di Campionato Torinese, di Coppa Acsi Piemonte e di Coppa Torino.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.google.com/album/AF1QipM5UFSgqIUpJQpBkGnnK6neh5spiLcMlaePvoPA

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

BRUNO, STROBINO E FENOCCHIO A PRATOREGGIO

BRUNO, STROBINO E FENOCCHIO A PRATOREGGIO - MASTERCROSSMTB

Bruno, Strobino e Fenocchio firmano la 21ª PRATOREGIO XC

111 concorrenti nella classica di “quasi” primavera

 

Pratoregio di Chivasso (To), 25 marzo 2018 – Una domenica finalmente senza pioggia è quella che ci attende per la classicissima “21ª Pratoregio XC” che, oltre ad essere 1ª prova di Campionato Provinciale Torino MTB è anche 3ª prova di Coppa Acsi Piemonte e 1ª prova di Coppa Torino XC. La partecipazione a tutti questi campionati meritava proprio una bella giornata.

Fa ancora freddissimo ma poco a poco il sole fa capolino riscaldando l’aria e anche le nostre mani gelate, impegnate a iscrivere i concorrenti che alla fine sono ben 111. L’organizzazione è curata dal Pedale Settimese di Fiorentini, con la super visione del signor Cena e della Pro Loco APRAC Pratoregio. Il patrocinio è quello del Comune di Chivasso.

Si parte alle 10 con 64 atleti di prima fascia schierati e pronti a darsi battaglia. Il percorso è prevalentemente pianeggiante e la velocità sviluppata è subito alta. Alla fine della tenzone sono in tre a presentarsi insieme nei pressi del traguardo. Parte lo sprint e dall’ultima curva escono appaiati lo junior Lorenzo Barilla e il V2 Paolo Bruno. La spunta quest’ultimo di pochissimo. Terzo è Lo Iacono, seguito da Cantone Carrieri, Pavanello, Ghibaudo, Saglia, Dell’Erba e Materazzo. La media nei tre giri e 33 chilometri percorsi sfiora i 25 km/h.

Mentre i prima fascia si scannavano sulla distanza dei tre giri, i più piccoli, della categoria primavera si divertivano e concludevano la loro prova di un solo giro, alla media di 19,780 km/h.

Il primo è Manuele Fenocchio e il secondo Alessio Defilippi, entrambi quattordicenni.

I “seconda fascia”, 45 al via, impegnati nella distanza di 2 tornate (22 km), vanno forte come i giovani di prima fascia e all’arrivo la loro media sarà di 24 km/h esatti. La spunta il gentleman braidese Fabrizio Strobino che, con un guizzo imperioso lascia dietro di sè gli altri 4 concorrenti che ambiscono alla vittoria. Il podio è completato da Facciotti e Mazza, seguiti da Vallone, Salone, Casalegno, Gay, Gennari, Ferri e Gaspardino, che è il primo sgA e che nella sua categoria precede Elia, Garlaschè, Cutuli e Cognetto.

Tra gli sgB e C la spunta Beppe Malagò, davanti a Mallarino, Campesato, Pessotto e Costamagna.

Prima donna Maria Elena Belfiore, del Pianezza Bike Team, che supera Elisabetta Cusati, la sempre sorridente anche nella fatica, Emiliana Lo Vetere e Liliana Tamolli.

Un bel rinfresco con pizza, bevande e altro, lavaggio bici e, subito dopo, la premiazione, preceduta dalle parole di saluto del Vicepresidente del Consiglio Comunale, Matteo Doria e dall’Assessore ai Lavori Pubblici, Domenico Varengo.

Si chiude in allegria, con cesti e borse prodotti per tutte le categorie, dandosi appuntamento a Saliceto di Pocapaglia domenica 8 aprile, prossima prova di Coppa e prima prova di Campionato Provinciale Cuneese.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.app.goo.gl/SNyrrtcBO9jnno9L2

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

RAGAZZINI E BASILE INAUGURANO LA PRIMAVERA

RAGAZZINI E BASILE INAUGURANO LA PRIMAVERA - MASTERCROSSMTB

 

RAGAZZINI E BASILE INAUGURANO LA PRIMAVERA

Fughe risolutrici negli ultimi cinque chilometri di corsa

 

Baldissero d’Alba (Cn), 25 marzo 2018 Scappiamo rapidamente da Pratoregio di Chivasso, dove è appena terminata la corsa MTB e ci dirigiamo verso Baldissero, dove ci attende la seconda gara su strada-Cuneo della piovosa stagione. L’afflusso di concorrenti che hanno voglia di gareggiare, dopo parecchie soste forzate, è notevole. Il numero degli iscritti totali a questo Gran Premio di Primavera è 132.

Si parte alle 15 con 82 amatori di prima fascia al seguito. La voglia di gareggiare è tanta e ognuno vuole vedere se il suo stato di forma è già a buon punto, nonostante i numerosi allenamenti rimandati a cause della pioggia.

L’andatura è velocissima ma fin dal primo dei seri giri in programma del Circuito dei Castagni, che misura 11, 6 km, vediamo transitare due atleti che vanno fortissimo, Roberto Monti e Alessandro Nervo. Al primo passaggio i due fuggitivi hanno una ventina di secondi. Al secondo, un minuto e 1’30” al terzo. Dietro non stanno sicuramente a guardare e, vuoi l’aumento d’andatura del gruppo, vuoi un piccolo cedimento dei fuggitivi, il distacco si riduce a 40” nella quarta tornata e diventa quasi inconsistente nella quinta. Infatti, appena passato il giro di boa del suono della campana, Monti e Nervo sono ripresi. La loro è stata una bellissima avventura durata una cinquantina di chilometri, percorsi alla media di 43 km/h.

Gruppo compatto. Tutto da rifare. Si “scatticchia” ma non c’è più qualcuno che si arrischia a fuggire decisamente.

Entrando nel bosco dei castagni, quando mancano un paio di chilometri al traguardo, ci provano Carlevero e Basile e, mentre la reazione tarda a venire, i due acquistano il vantaggio necessario a giocarsi in volata la vittoria senza essere disturbati da terzi incomodi.

Nello sprint finale la potenza di Carlevero cozza un po’ con il suo peso e la sua mole, che nello strappo finale e soprattutto negli ultimi metri si fanno sentire maggiormente. Esce bene invece, nelle ultime decine di metri, Dario Giuseppe Basile che taglia il traguardo con le braccia al cielo alla media di 42,180 km/h.

Il primo degli inseguitori è Marco Conti, che arriva a 10”, seguito da Natali, Pacchiardo, Ghiron, Rosso, Finotto (1° veterano), Testai, Lenza, Roberti, Negro, Barbero, Mondo, Davide Carlini e Caresio.

La seconda partenza, avvenuta qualche minuto dopo, con 51 concorrenti tra cui una donna, Stefania Sensi, per un paio di giri viaggia veloce come la prima, poi l’impeto si placa e la media scende. Assistiamo ai tentativi d’evasione della coppia Benedetto-Bosticco e poi ancora Benedetto, Panepinto, Foravalle e Fedrigo.

Nella quarta tornata si forma un gruppetto di 19 fuggitivi che transitano con 20 secondi di vantaggio sul gruppo allungato. Si scatta e si riscatta. Il più “irrequieto” è Ragazzini che a metà dell’ultimo giro riesce a dare la stoccata decisiva, involandosi solitario verso il traguardo, dove arriva con 17” di vantaggio e riesce finalmente ad alzare le braccia nel gesto del vincitore, alla rispettabile media di 39,620 km/h. Secondo è Dario Ferracin, che nello sprint ristretto precede Cireddu, Bosticco, Sacco, Balocco, Foravalle, Drago, Alparone, Ercole, Salvatico, Piacenza, Bertolino e Capellino (1° sgB).

Il primo sgA è Costantini che nella categoria è davanti ad Alberici arrivato in testa al gruppo a 2’30” dal vincitore con  Stroppiana e Taddio.

Tra gli sgB, dopo Capellino troviamo Fedrigo, Pavese, Marletta, Calvarese e Giuliano.

Il Bar Roma di Davide ospita la premiazione, nella quale sono chiamati, applauditi e fotografati i protagonisti all’arrivo della gara.

Il prossimo appuntamento, il “4° Trofeo Città di Santena – Ricordando Maela”, sabato 31 marzo, è dedicato alla memoria di Maela Milesi, insostituibile personaggio del ciclismo amatoriale, a un anno dalla scomparsa. La gara sarà valida anche come prima prova di Campionato Provinciale Torino Strada.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.app.goo.gl/3iF66iDvNqAD9Yk83

 

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

CICLOCROSS DELLA PACE E DELLA NEVE

CICLOCROSS DELLA PACE E DELLA NEVE - MASTERCROSSMTB
CICLOCROSS DELLA PACE E DELLA NEVE Gay e Dell’Erba nel Parco Olimpico di Pinerolo   Pinerolo (To), 4 marzo 2018 – Avevano lavorato tantissimo nei giorni scorsi, Fabrizio, i due Luca, Paolo e ancora...

CICLOCROSS DELLA PACE E DELLA NEVE

CICLOCROSS DELLA PACE E DELLA NEVE - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI V. ZULIANI

BRUNO, STROBINO E FENOCCIO A PRATOREGGIO

BRUNO, STROBINO E FENOCCIO A PRATOREGGIO - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI V. ZULIANI

VIGONZA HA FATTO IL PIENO DI BIKERS

VIGONZA HA FATTO IL PIENO DI BIKERS - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

GUARDA IL NOSTRO CANALE YOUTUBE

MASTERCROSSMTB CHANNEL

Il GsC Codiverno per una nuova stagione di pedal

Il GsC Codiverno per una nuova stagione di pedal - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

22 APRILE ...APPUNTAMENTI PADOVANI

22 APRILE ...APPUNTAMENTI PADOVANI - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

PACCHIARDO E BUSARDO ...RIMA VINCENTE

PACCHIARDO E BUSARDO ...RIMA VINCENTE - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI V. ZULIANI

ANGUILLARA RICORDA GUZZON E DEGAN

ANGUILLARA RICORDA GUZZON E DEGAN - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO