Home » Non solo master » LE CRONACHE DI VALERIO ZULIANI

LE CRONACHE DI VALERIO ZULIANI

WLADIMIR QUAZ FULMINA TUTTI NELLA BIBIANA – RORA’

WLADIMIR QUAZ FULMINA TUTTI NELLA BIBIANA – RORA’ - MASTERCROSSMTB

WLADIMIR QUAZ FULMINA TUTTI NELLA BIBIANA – RORA’

2^ Cicloscalata Alta Valpellice

 

Bibiana (To), 15 luglio 2017 – Il Campionato Piemontese della Montagna approda in provincia di Torino e lo fa con una prova impegnativa, l’ascesa fino al Parco Montano di Rorà, denominata 2^ Cicloscalata Alta Valpellice, organizzata dall’ASD Barbero Bike. Si parte dal centro di Bibiana e, ad andatura turistica ci si sposta in periferia, dove sarà dato il via. Per un certo tratto la strada sale molto leggermente e piano piano, sale sempre più, fino a impennarsi nei tratti finali, dove le pendenze raggiungono anche il 13%. L’affluenza dei concorrenti provenienti da tutto il Piemonte si ferma a quota 63 iscritti.

Alle 15 di quest’assolato e caldo sabato pomeriggio di metà luglio viene dato il via alla corsa.

Dopo le solite scaramucce nelle quali si mette in evidenza Aynaudi, esce dal gruppo lo junior valdostano Wladimir Quaz. La salita vera è ancora lontana ma Quaz spinge sui pedali come se l’arrivo fosse questione di un chilometro o due. Nonostante la giovane età, Wladimir si conosce e sa che può reggere a lungo quel ritmo, che invece per gli avversari è insostenibile. Alle sue spalle il gruppo si assottiglia sempre più e il vantaggio tra il primo e il secondo continua a crescere, soprattutto quando la salita diventa veramente più dura.

Aspettiamo i corridori sulla linea del traguardo, dove Wladimir Quaz transita con il tempo di 35’04”, dopo avere percorso 13,8 km alla media di 23,610 km/h.

In seconda posizione si classifica colui che una volta era il Re di queste salite, Willelm Bonato, ma per fortuna il tempo è passato anche per lui e oggi si deve accontentare di un “semplice” secondo posto. Il gentleman del team Santysiak arriva dopo 1’39”, precedendo di 22” il Campione Regionale Veterani uscente, il biellese Paolo Ramella. Quarto, a 2’06” dal vincitore, il giovane emergente Giorgio Bordone, seguito da Vergnano, Rizzi, Peyrot, Grappeja, Rinaldi, Rosazza, Cenci e Giraud.

Il primo supergentleman, l’sgB, Roberto Fila, arriva a 6’24” dal vincitore, precedendo l’amico e rivale di sempre, Carlo Champvillair, di 48”. Subito dopo arriva, con il tempo di 42’17”, la prima donna, la torinese Roberta Bussone, che nella classifica femminile precede Ilenia Monno e Eleonora Capitani.

Trentaduesimo assoluto, con il tempo di 42’29”, l’unico debuttante in gara, Alessio Gasperin.

Facciamo rapidamente ritorno al bar del ritrovo, dove troviamo ad attenderci un gradito rinfresco, terminato il quale, Barbero in persona dà corpo alla premiazione di giornata, nell’ala comunale di Bibiana.

Il prossimo appuntamento Regionale è per sabato 29 luglio alla Cassano Spinola – Castellania, ma chi vuole mantenersi in forma verrà sicuramente alla Valprato – Pianprato, sabato 22 luglio, per la prova di Campionato Provinciale Montagna delle province di Torino e Cuneo.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.app.goo.gl/WwVIPd0RoclU98eh1

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

NERVO E GINESTRA A COLPI DI FIORETTO

NERVO E GINESTRA A COLPI DI FIORETTO - MASTERCROSSMTB

NERVO E GINESTRA A COLPI DI FIORETTO

Nel 3° Memorial Giorgio Grandis

 

Piobesi T.se (To), 16 luglio 2017 – Quasi 150 corridori sono venuti a correre a Piobesi per onorare la memoria di Giorgio Grandis, scomparso tragicamente 4 anni fa, in questo paese della cintura torinese, mentre faceva lavori in casa. L’organizzazione è curata dal Team Pancalieri, con la supervisione di Cicli Carpinello, cui Grandis era molto legato. Il percorso si sviluppa su un circuito di circa 11 km da fare 8 volte, per un totale di 86,5 km. L’arrivo doveva essere posto in una strada laterale al circuito, completamente fuori dal traffico ma lavori improvvisi e imprevisti al manto stradale hanno consigliato gli organizzatori di optare per una soluzione di emergenza che comunque si è rivelata ottima e sicura.

Ritrovo per le operazioni preliminari al Bar Ristoro, dal quale, alle ore 9,30 parte la prima corsa, con 63 concorrenti sotto i 50 anni. Avvio come sempre veloce ma nessun tentativo di fuga va a buon fine. Nel finale di cosa si sgancia un gruppetto di 7 unità, con Gagliardini, Zanetti, Zavattero (forti quelli con la zeta!), Nervo, Sciandra, Fissore e Davi. Le tirate di Davi tengono al sicuro la fuga per un bel po’ ma nel finale di corsa il gruppo ha un ritorno e si fa nuovamente vicino. Non si lascia scappare l’occasione Pacchiardo che come un fulmine si avventa sui fuggitivi. Nel frattempo Alessandro Nervo, fiutato il pericolo, evade dal gruppo dei battistrada così quando arriva Pacchiardo, Nervo non c’è più: Ormai il traguardo è vicinissimo e per l’alfiere della Roero Speed Bike è quasi un gioco da ragazzi tagliare il traguardo da solitario vincitore, alla media di 42, 950 km/h. Pacchiardo si deve accontentare della piazza d’onore e, dopo lo sforzo che ha fatto per rientrare, è già un buon risultato. Terzo è il veterano Sergio Fissore che precede Sciandra, Davi, Zavattero, Zanetti e  Gagliardini. Nei primi 7 arrivati, 4 sono veterani e lo sono anche il 9° e 10°, Manzoni e Barattero, che precedono il gruppo, seguiti da Allois, Lenza, Drovandi, Silvio Parodi, Lavagna e Bertolotto.

La corsa degli 82 over 50 ha un andamento molto più semplice. Nel senso che quasi subito vanno in fuga Ginestra e Perucca e ci rimangono fino alla fine nonostante un quasi aggancio di Bausardo e Olivetti. Il vantaggio dei fuggitivi oscilla attorno al mezzo minuto per tutta la gara ma nonostante la vicinanza del gruppo che nei rettilinei li vede abbastanza vicini, i due battistrada non saranno mai raggiunti. Solo nel finale, dopo avere costatato che ormai Perucca non ha più energie per contrastarlo, Ginestra allunga quel tanto che basta per tagliare il traguardo indisturbato alla media di 41, 450 km/h. Mauro Perucca arriva staccato di qualche decina di metri e poi il gruppo è regolato in volata da Vitellaro, che precede Dana, Ostorero, Mantino, Gecchele, Cireddu, Moretti, Alparone e Marletta, 1° sgA. Poi ancora Zola, Da Ros, Verdoia, Soffietti e il 1° sgB, Fedrigo.

La premiazione, con interi prosciutti, bresaola e fiori, oltre che a borse prodotti, avviene nel cortile del Bar Ristoro e a presenziarla c’è la signora Grandis, accompagnata dalla figlia, ancora commossa per le parole in ricordo del marito. E a proposito di ricordi è opportuno ricordare quanto il destino sia perfido. Un anno fa, fu Luciano Longo ad alzare le braccia in segno di vittoria nel 2° Memoria Giorgio Grandi e ora anche lui pedala nelle strade dei cieli insieme a tutti i ciclisti scomparsi.

 

 

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.app.goo.gl/fZE2nFb9R66iPLdl1

 

 

 

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

BORGO SAN DALMAZZO Strada 1ª serie

BORGO SAN DALMAZZO  Strada 1ª serie - MASTERCROSSMTB
BORGO SAN DALMAZZO  Strada 1ª serie   Borgo San Dalmazzo (Cn), 13 luglio 2017 – D’estate la sera si esce più volentieri e si cerca di godere un po’ di fresco. Certe sere ci sono spettacoli...

TURCO E DRAGO NEL CENTRO DI VILLASTELLONE

TURCO E DRAGO NEL CENTRO DI VILLASTELLONE - MASTERCROSSMTB
Turco e Drago nel centro di Villastellone Nel 1° Trofeo Memorial Angelica   Villastellone (To), 8 luglio 2017 – E’ il “solito” sabato pomeriggio attanagliato dalla gran calura di questa estate...

DAVI E GINESTRA ...MIETONO A SALMOUR

DAVI E GINESTRA ...MIETONO A SALMOUR - MASTERCROSSMTB
Nelle mietiture di Luglio i primi a raccogliere sono Davi e Ginestra A Salmour nel Campionato Provinciale Strada 1ª serie   Salmour (Cn), 2 luglio 2017 – Domenica mattina nelle campagne di Salmour....