GAJALONGA NEL RICORDO DI POIRE' E POMELLA

GAJALONGA NEL RICORDO DI POIRE' E POMELLA - MASTERCROSSMTB

GAJALONGA NEL RICORDO DI POIRE' E POMELLA 

Ci sono tanti bravi organizzatori nel nostro master Mb Bergamo Cup, Pierfranco Trivi è uno di questi. Di più: è unico! E non soltanto perchè incarna la mountain bike dalla sua nascita, ma anche e soprattutto perchè la incarna, quotidianamente, dentro e fuori dai percorsi. La sua creatura dal nome oramai storico, Gajalonga, vide la luce ben 28 anni fa anche grazie a due amiconi quali Roberto Poirè e Diego Pomella, entrambi saliti al padre troppo presto e che hanno lasciato sulla pelle di Pierfranco Trivi, lividi e ferite mai rimarginate. L’ampio parcheggio a ridosso del santuario del Varallino accoglie i centoquaranta amatori che hanno accolto l’invito e dato spettacolo dando vita a gare dall’altissimo contenuto tecnico, è il caso, per esempio, dei due veterani più forti del momento Domenico Agostinone e Sergio Viola che inscenano una grande fuga risolta dal maresciallo Agostinone nel corso dell’ultimo giro con attacco in discesa alla Nibali che lo porta a realizzare il miglior tempo assoluto , 2h -10’ e 50’’, Viola si consola con la vittoria di categoria  anticipando un totem come Graziano Bonalda. La prestazione dello junior Manuel Ballinetor autorizza a …sognare , per grinta, concentrazione e forza e raccoglie quanto ha seminato vincendo con autorità su Simone Partenope, stesso identico discorso per il senior 2 Gianluca D’Ambros che ha dalla sua esperienza, tecnica e una straordinaria miscela di tecnica , forza e fantasia. Non ci credete? Domandatelo al Longo Antonio e Paolo Bovio finiti nell’ordine. Ottimo anche il senior 1 Edoardo Girardi che è riuscito, non senza difficoltà, ad imbrigliare un granatiere abile e tecnico come Roberto Busatta ma chi ci ha favorevolmente impressionato è stato il gentleman 1 Carmelo Cerruto che non è un semplice amatore, è un Signore, un esempio , un punto di riferimento per lealtà ed educazione ed … educatamente rifila oltre 4 minuti a Fabio Cecchetti e sei a Ferruccio Baudin. Il super B Lucio Pirozzini , lo sappiamo, è un amatore che va forte sia con la pioggia che il sole ed ha grande capacità di cercare sempre il limite, grazie a queste doti innate domina anche a Galliate e indica la strada anche al suo socio super A Claudio Facchini che vince sul pompiere volante Giorgio Bano e Giuliano Garlaschè. Il debuttante Bum Bum Ballini offre una giornata magica a sua madre, ai suoi dirigenti e ai suoi tifosi presentandosi dopo un ora e trenta di gara , tutto solo sotto i coriandoli destinati al vincitore ma anche Gabriele Miazza, secondo,  è stato molto bravo. Vincenz Cuccurullo, gentleman 2 dalla vocazione vincente ha dovuto alzare bandiera bianca, anche se solo negli ultimi metri della gara, davanti alla forza di Alessandro Togni, tenace amatore de Bergem de hura. Troppo forte e motivata la donna A Serena Mensa che domina la sua categoria, anche se, dobbiamo dirlo, la seconda classificata Ilaria Rocca è stata fortemente penalizzata già dopo dieci mt dopo la partenza , vittima incolpevole di una caduta di alcuni super e ha dovuto faticare parecchio a ritrovare un minimo di concentrazione. Fiori e flash infine per la simpaticissima donna B Rosella Bazzarello  e il primavera Fabio Ramponi. I complimenti ai ragazzi della Valle del Ticino che hanno predisposto il percorso con un lavoro cristallino si sprecano, encomiabili gli ex carabinieri che hanno vigilato gli incroci, elogi anche ai vigili, alla c.r.i. e al comune per il lavoro di squadra e ai …ragazzi del gruppo Folliconi per il mega pasta party . Si chiude la festa al santuario del Varallino, siamo tutti stanchi – ci dice Pier Trivi – ma già pensiamo alla prossima edizione nel nome di Pomella e Poirè.

Carmine Catizzone

NON E' BANALMENTE UN'IMPRESA, E' UNA CAVALCATA IN UN SOGNO

NON E' BANALMENTE UN'IMPRESA, E' UNA CAVALCATA IN UN SOGNO - MASTERCROSSMTB

NON E' BANALMENTE ... UN'IMPRESA, E' UNA CAVALCATA IN UN SOGNO

Quando mesi fa ho pensato di scendere in pista a Monza per pedalare per la sezione di Vercelli della Lilt non immaginavo quante emozioni avrei portato a casa, nelle tasche del mio cuore dalla #12HCyclingMarathon

Le emozioni. Perché tra qualche giorno (spero!) il mal di gambe, alle braccia, al collo, alla schiena (vabbè faccio prima a dire dove non sento male) passerà ma niente e nessuno, ancora una volta, potrà cancellare le emozioni che ho provato a pedalare sulla mia bici (lei che non mi ha mai regalato niente ma sempre dato tanto) per una volta nella notte, incontro al buio per raggiungere l'alba, stringendo i denti quando è stato indispensabile per proseguire. In 12 ore sui pedali, mentre sfidi te stesso, hai tempo di sentire che ti passa per la testa di tutto e di più, una miriade di pensieri. Però se lo fai in corsa e per di più al buio devi sempre e comunque riservarti una buona dose di lucidità per non commettere qualche gesto o movimento che possa danneggiare chi sta pedalando con te (quanta reciproca correttezza ho apprezzato in questa sfida). Devi anche ricordarti di bere e di mangiare, prima di avere sete e fame, perché è l'abc: senza benzina il motore non va e i crampi sulla Cipressa della Milano - Sanremo ti faranno sempre da promemoria.
Puoi permetterti di distrarti solo alla fine. Quando tagli il traguardo e magari ti pieghi anche per un momento su quella bici che ancora una volta ti ha portato dove volevi arrivare, anche se per una volta è stato un lungo e continuo girare sullo stesso asfalto, con le stesse curve (le accelerate alla parabolica le ricorderò per sempre come coltelli nei muscoli). Emozione è stato trovare lo stesso abbraccio di chi ti aveva augurato buona fortuna, cercando di strapparti da addosso un po' di tensione, seguendoti poi per una lunga notte sui pedali, incitandoti con tanta energia che nei pensieri qualche volta te lo sei domandato chi glielo abbia fatto fare di stare li ad aspettarti per darti un panino, cambiare le luci, metterti il ghiaccio su un ginocchio un po' stufo, riempirti le borracce, dirti Forza e ricordarti che devi tornare in pista a dare il massimo.
Dodici ore sono lunghe. Di notte poi tutto chissà perché sembra più lento. Solo una notte nella mia vita è volata via. Era gennaio. Il giorno 16 che sconfinava nel 17. Tu eri lì. Senza più avere dentro le forze per continuare a correre la tua vita e rivedere l'alba, perché un cancro maledetto ti ha attaccato senza preavviso e tanti segnali del tuo corpo non li hai purtroppo considerati. È successo che poco prima delle 6 quella notte mi è piombata addosso, facendosi troppo corta per sempre, perché non ti avrei più potuto vedere ad aspettarmi al traguardo o lungo una strada, pronto a passarmi una borraccia o a raccomandarmi di cambiarmi subito per non raffreddarmi. Sai caso ha voluto che a Monza siamo finiti proprio nel box numero 17.
La notte è tornata luce e quando lo speaker dopo il traguardo mi ha chiamata Tsunami (quel soprannome nato e cresciuto con il gruppo dei Rapaci che tanto ti stavano a cuore) per annunciare il numero di giri record mi è parso di scorgerti, seppur per un fugace istante, lassù in tribuna, con i tanti amici che non hanno rivisto sorgere il sole e che ti fanno compagnia laddove un giorno spero mi potrai stringere forte. Mi hai chiesto di non farti morire una seconda volta lasciando la bici in cantina e io, come vedi, ce la metto tutta. Anche se forse questa volta ho davvero dato il massimo. Il 101 per cento, come ci ha insegnato a fare la Lui quando ne vale la pena.
Grazie alla famiglia Barotti di Generalitalia Srl, ad Alberto Mazzeri e Mazzeri Giovanni e a Stefano Vandone che hanno accettato di pedalare con Noi per la Lilt del presidente Ezio Barasolo. Grazie a tutti quelli che privatamente o attraverso Associazioni hanno colto questa occasione per donare a favore della prevenzione. Grazie a chi ogni giorno lotta per vincere un tumore e a chi li supporta in una corsia d'ospedale. Grazie a chi ce l'ha fatta a vincere la corsa per la vita. È stata una lunga notte quella di Monza ma Grazie a Dio al momento ho la fortuna di essere in salute e di poter spingere forte sulla catena della bicicletta, l'unica che rende liberi e con due ruote Puoi... Arrivare primo o semplicemente in fondo, dimostrando che "puoi" agli altri ma prima di tutto a Te stesso.
Grazie a Silvia Bertocco, Simonetta Vandone, Zio Giovanni ( Ilenia Iacontino) Giovanni Castello ( Piero Castello Lucia Ruzzante) Zia Nadia e Zio Gianni ( Selena Fumagalli) per il tifo e il supporto, a Roberto Dardi e La Iena Valeria per le "istruzioni per l'uso", a Mike Bau per avermi fatto sorridere porgendomi una borraccia nel buio e a tutte le persone che lo so mi hanno seguita da casa e che dopo avermi chiesto alla vigilia "sei pronta?" adesso mi dicono "riposa" perché quello che dovevi fare "pedalare con la testa, le gambe e il cuore" per 12 ore per la Lilt lo hai fatto dal primo all'ultimo metro. Grazie a Tutti. Il tempo cambia le cose ma non avrà mai il potere di cancellare niente e allora la 12H di Monza singolo 2018 resterà dentro per sempre.

SAMANTHA PROFUMO

 

 

MASTER MB BERGAMO CUP 2018

CALENDARIO MTB  2018

MARZO   

17 GOLASECCA (VA)    (GM CERAMICHE)  GIRO DELLE PROVINCE ELVIS GOMME

24 MIASINO  (NO)        (MTB  LAGO D’ORTA)

31 VILLAREGGIA (VC)  ( PEDALE  PAZZO)

APRILE 

8 SESTO CALENDE (VA) G.F. ( VELO CLUB SESTESE)

15  CERRO MAGGIORE (MI) (GARBAGNATESE) 

22  CARPENZAGO DI ROBECCO S.N.   (HR TEAM)

25 BORGO D'ALE   (BI)  PEDALE PAZZO

MAGGIO 

MAGGIORA (NO) AUZATE MRG

ROPPOLO     (BI)        ( PEDALE PAZZO)      GIRO DELLE PROVINCE ELVIS GOMME 

GIUGNO 

3 CAVAGLIA   (VC)       ( VELO VALSESIA)     GIRO DELLE PROVINCE ELVIS GOMME

17 BORNATE   (VC)      ( VELO CLUB VALSESIA)  GIRO DELLE PROVINCE ELVIS GOMME

24 TRONTANO  (VCO)     (IL CICLISTA)           GIRO DELLE PROVINCE ELVIS GOMME

LUGLIO 

7 SOPRANA    (BI)        ( BIKE TRIVERO)

15 VARALLO / PARONE    (VC)      ( VELO VALSESIA)

21 BIELLA –OROPA  (BI) ( AMICI DEL CICLO)

SETTEMBRE 

2 CANDELO (BI)        ( AMICI DEL CICLO)

9 PONTEVECCHIO (MI)   ( CICLI BATTISTELLA )

16 GAJALONGA  G.F.  (NO)   ( TEAM VERDEAZZURRA)

23 BORGO TICINO  (NO)   (RIDE FOUR FUN)

29 BORGO D’ALE  (BI)  ( PEDALE PAZZO)

REGOLAMENTO TECNICO 18° MASTER  - MB MARCELLO BERGAMO CUP

 

ART.1 IL MASTER SI ARTICOLA IN 20 PROVE E TUTTE APERTE AI TESSERATI ACSI SETTORE CICLISMO + ENTI DELLA CONSULTA.

 ART.2 LE PARTENZE SCAGLIONATE SONO COSI’ SUDDIVISE: DEBUTTANTI, JUNIOR-SENIOR 1 & 2 –VETERANI 1 & 2-GENTLEMAN 1 & 2 - SUPER “A”– SUPER “B”- DONNE “A”– DONNE”B”–PRIMAVERA.

ART.3  NEL NOSTRO MASTER NON SI PREVEDONO  SCARTI E TUTTE LE GARE PREVEDONO UN BONUS DI 10 PUNTI AGLI ARRIVATI.

ART.4 I PUNTEGGI VERRANNO ASSEGNATI AD  OGNI CATEGORIA CON IL SEGUENTE CRITERIO: 50 AL 1° – 45 AL 2° – 40  AL 3° – 35  AL 4° 30-29-28-27-26-25-24-----6-5-4-3-2-1-

ART.5 LA CATEGORIA DEBUTTANTI PARTE SEMPRE CON LA CATEGORIA JUNIOR MENTRE LA CATEGORIA DONNE JUNIOR VIENE ACCORPATA ALLE DONNE "A".

 ART.6 VIENE PROPOSTO  IL  “GIRO DELLE PROVINCE ELSIS GOMME”  CON LE GARE DI GOLASECCA, ROPPOLO,  CELLIO, CAVAGLIA E TRONTANO.

ART.7  LA QUOTA DI ISCRIZIONE E’ FISSATA IN 14 EURO E 18 PER LE DUE GRAN-FONDO.

Art.8 LE NOSTRE GARE SONO GESTITE DA TECNOLOGIA CHAMPION–CHIP E SI USERANNO I CHIP PERSONALI VERDI O GIALLI  RIABILITATI PER L’ANNO 2018. CHI NON POSSIEDE UN CHIP PERSONALE LO PUO’ ACQISTARE DIRETTAMENTE DA SDAM CHAMPION-CHIP ITALIA O SUL CAMPO GARA DEL MASTER MB BERGAMO CUP. E’ ANCHE POSSIBILE NOLEGGIARE UN CHIP (BIANCO) GIORNALIERO AL COSTO DI 5 EURO.

ART.9  LA PREMIAZIONE FINALE DELL’MB BERGAMO CUP  CONTEMPLA  UNA PREMIAZIONE FINALE CON MAGLIA, FIORI, CESTO PER I VINCITORI E GRATIFICAZIONE PER I PRIMI 10 DI OGNI CATEGORIA DELLE CATEGORIE PRIMAVERA - JUNIOR – SENIOR 1 - SENIOR 2 - VETERANI 1- VETERANI 2  - GENTLEMAN 1- GENTLEMAN 2- SUPER “A”- SUPER “B” -  LE PRIME 5 DONNE “A” E “B”.

ART.10 LA PREMIAZIONE FINALE DEL “GIRO DELLE PROVINCE  ELVIS GOMME"  PREVEDE  MAGLIA, FIORI, CESTO PER I VINCITORI E GRATIFICAZIONE PER I PRIMI 3  DI OGNI CATEGORIA. 

ART.12  ARTICOLI, FOTO, COMMENTI E CLASSIFICHE SU MASTERCROSSMTB.IT

ART. 13  NEL CORSO DELLA STAGIONE POTREBBE ESSERE ANNULLATA  QUALCHE GARA O ATTIVATA QUALCHE ALTRA.

ART. 14 PER AVER DIRITTO ALLA PREMIAZIONE FINALE BISOGNA EFFETTUARE ALMENO 10 GARE.

  

UN SENTITO RINGRAZIAMENTO AL GRUPPO “MAGLIFICIO MARCELLO BERGAMO”, AD ELVIS GOMME DI DAVIDE BIONDA, AL GRUPPO DI LAVORO MASTERCROSSMTB.IT E  AI COMITATI PROVINCIALI DI  - MILANO – NOVARA – VARESE - BIELLA - VCO E AL TECNICO INFORMATICO RENATO POLETTI E ALLA OTC COMO PER LA GENTILE COLLABORAZIONE.

 

 

 

PENULTIMA TAPPA A BORGO TICINO , CULLA DELLA MTB

PENULTIMA TAPPA A BORGO TICINO , CULLA DELLA MTB - MASTERCROSSMTB

PENULTIMA TAPPA A BORGO TICINO , CULLA DELLA MTB 

Il bosco del Monte Solivo di Borgo Ticino sarà, per un giorno, il protagonista di un evento sportivo straordinario, una grande novità per il paese e per gli appassionati di mountain bike. Infatti,nella mattinata di DOMENICA 23 SETTEMBRE, si svolgerà una gara, la TERZA edizione della  «Monte Solivo MTB Cup», e gli organizzatori stanno rifinendo in questi giorni gli ultimi dettagli. Ad unire le forze per mettere in piedi un progetto così ambizioso e impegnativo alcuni membri della squadra «No Work Team e Ride For Fun»: Davide Baldo, Emanuele Terazzi. La prova fa eco alla manifestazione dello scorso anno, svoltasi sempre a Settembre dello scorso anno, che ha visto la partecipazione di 160 atleti suddivisi per categorie. È il momento della nostra generazione, tocca a noi dare nuovi input per il bene del paese». Potranno partecipare alla gara gli sportivi tesserati per i vari enti ed in regola con le visite mediche, inoltre la «Monte Solivo MTB Cup» è valevole come prova del «Campionato provinciale novarese MTB», prova «Master MTB MB». «L’organizzazione della gara - continua Baldo - è molto impegnativa. Mi sto occupando delle ultime questioni burocratiche e delle varie autorizzazioni necessarie per il corretto svolgimento della gara. Per quanto riguarda il percorso, abbiamo fatto delle perlustrazioni, ed è stato definito all’100%, in quanto già una piccola parte ricalca quello dello scorso anno, mentre è stata variata una buona parte della tratto finale,in quanto collaudatissimo nelle edizioni precedenti e soprattutto nelle edizioni degli anni precedenti, una su tutte, quella dei Campionati Italiani MTB UDACE organizzati da Nicola Vecchio che vide fra i vincitori anche Carmine Catizzone, l’ideatore e coordinatore del master. Ci saranno delle zone delimitate"Green Zone", dei punti di raccolta autorizzati per la spazzatura dove i corridori durante la gara potranno lasciare borracce o carte, questo per salvaguardare il Parco e agevolare la pulizia da parte degli organizzatori e poi altre zone dove gli spettatori potranno godersi, in sicurezza, la gara, senza intralciarla». In molti hanno dimostrato interesse e appoggio all’iniziativa e stanno collaborando per la riuscita della manifestazione:L'Ente di gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore, l’Amministrazione Comunale, che insieme al Comando di Polizia Locale, stanno collaborando per la concessione dei vari permessi, la Pro loco, l’Acsi, Associazione centri sportivi italiani, che ha inserito l’evento nel calendario, ed infine anche la Parrocchia, che ha messo a disposizione alcune aree dell’oratorio. «Intendiamo creare - aggiunge Baldo - anche una reta collaborativa con le attività commerciali del paese. Alcuni negozi e ditte hanno già deciso di supportare la manifestazione. Ricerchiamo ancora altri sponsor, siamo in attesa di concludere altri accordi, per poter ampliare la visibilità delle attività del paese». Il ritrovo e le iscrizioni, DMENICA 23 SETTEMBRE, sono previste dalle ore 7.30 al centro giovanile, invece la partenza sarà alle 9.30 in Via Valle in prossimità del bosco. Il percorso prevede 0.5 km di lancio su sterrato e 7.9 km, all’interno del Bosco Solivo, completamente sterrati, da ripetere 3 o 4 volte, a seconda delle categorie, distinte in base all’età. Al termine della gara ci sarà il tempo per riposo e ristoro, ed infine si svolgeranno le premiazioni all’oratorio. «Il nostro obiettivo - conclude Baldo - è quello di promuovere e far conoscere il nostro territorio, e ciò che può offrire». Mancano pochi giorni, ma è già molta l’attesa e la curiosità attorno all’evento sportivo, che coinvolgerà sicuramente i molti appassionati, e non solo, che vi parteciperanno.

DAVIDE BALDO

L'ANGOLO DEL POETA

 

LIVIO FORNASIERO

 

I NOSTRI RAGAZZI ...

 

LE CRONACHE DI VALERIO ZULIANI

 

LE CRONACHE DI A. SCARPETTA

 

CAMPIONATO ITALIANO MEDIO FONDO MTB A CALZIGNANO

CAMPIONATO ITALIANO MEDIO FONDO MTB A CALZIGNANO - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER LE CLASSIFICHE DI L. FORNASIERO

GUARDA IL NOSTRO CANALE YOUTUBE

MASTERCROSSMTB CHANNEL

MASSANZAGO PREMIA I SUOPI CAMPIONI DI SECONDA SERI

MASSANZAGO PREMIA I SUOPI CAMPIONI DI SECONDA SERI - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

23 SETTEMBRE PROSSIMI APPUNTAMENTI PADOVANI

23 SETTEMBRE PROSSIMI APPUNTAMENTI PADOVANI - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

A DOSSI DI SALETTO IL CAMPIONATO BASSA PADOVANA

A DOSSI DI SALETTO IL CAMPIONATO BASSA PADOVANA - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

PALUELLO DI STRA FA IL PIENO DI CICLISTI

PALUELLO DI STRA FA IL PIENO DI CICLISTI - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

GRANDE PARTECIPAZIONE A PIAZZOLA SUL BRENTA

GRANDE PARTECIPAZIONE A PIAZZOLA SUL BRENTA - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

IL GC BOVOLENTA CONTINUA CON TANTE ATTIVITA'

IL GC BOVOLENTA CONTINUA CON TANTE ATTIVITA' - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

GIRO DEL VENETO EDIZIONE 2018...UN SUCCESSONE

GIRO DEL VENETO EDIZIONE 2018...UN SUCCESSONE - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

A VILLATORA LA 10^ DEL TORNEO DELLE PROVINCE

A VILLATORA LA 10^ DEL TORNEO DELLE PROVINCE - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO