Home » Non solo master » GITA SOLIDALE A MACUGNAGA

GITA SOLIDALE A MACUGNAGA

A MACUGNAGA CON DEGLI OSPITI SPECIALI

A MACUGNAGA CON DEGLI OSPITI SPECIALI - MASTERCROSSMTB

A MACUGNAGA CON DEGLI OSPITI SPECIALI

 

 

Come il miracolo di S. Gennaro, anche il nostro, quello piccolo ma colmo di fede, di portare in gita con due pullman a  Macugnaga i ragazzi speciali portatori di handicap, s’è realizzato ! E’ oramai  un  appuntamento storico che si realizza ogni primo sabato del mese di Luglio grazie alla fattiva collaborazione della mia  società , la Garbagnatese, che in fatto di altruismo e disponibilità è un esempio da seguire con attenzione e forse da clonare.

Grazie a tutti gli uomini del Presidente Achille Bernareggi   si è realizzato la giornata perfetta sotto ogni profilo e la soddisfazione  calorosa  di tutti i presenti ne sono una limpida dimostrazione. Per realizzare questi piccoli ma significativi miracoli, non occorre coraggio, ma semplicemente tenacia e una buona dose di fortuna, come quella di incrociare sul nostro cammino delle persone sensibilissime, che nel più assoluto anonimato ci confessano candidamente:” quello che fate voi sportivi dell’Udace è qualche cosa di grande, sappiate che  noi  siamo  con  voi e vi camminiamo a fianco” . In effetti la mia impressione è che siamo una squadra affiatata, fra di noi c’è intesa e per capirci basta uno sguardo e questo fa la differenza.

Di  amicizia e con un groppo in gola ha parlato il Presidente dell’ A.F.P.D. Marcello Crespan , ringraziando il nostro gruppo per quanto fatto in passato, nel presente e nel prossimo futuro, visto che Gregorio Sottocorna ha ufficialmente affermato che a Settembre porterà ancora in gita sul Lago Maggiore tutti questi ospiti perché – ha detto convinto- per noi sportivi è motivo d’orgoglio constatare il grande consenso che abbiamo creato. Da libro cuore il gesto davvero bello di Nonno Mauro Barbotti che in punta di piedi s’è presentato alla Casa Alpina De Filippi dove predisponiamo la location e ha cominciato a  … sparare centinaia di foto a tutti gli ospiti presenti e in tempo reale le stampava per poi regalarle.

Toccante anche il momento in cui , Antonella Cibin, Presidente dei ragazzini down , ha letto la mail che Alessandro Cardi ci ha fatto pervenire e che parlava di loro a cuore aperto, ma il momento davvero straziante e commovente è stato quando due fidanzatini  “speciali”, Loris e Alessandra  che spontaneamente si sono avvicinati  alla nostra postazione microfonica e una volta che Alessandra ha conquistato il microfono ha detto chiaro e forte quelle parole che spesso si pensano e … chissà per quale oscuro motivo non si dicono mai:” Io voglio far sapere a tutti che amo  Loris e lo voglio gridare a tutti  : mi vuoi sposare? Un pianto liberatorio l’avvolge  e le lacrime del cuore sono sgorgate anche sulle gote di moltissimi presenti .

Queste emozioni, queste lacrime e questi sani sentimenti sono il profumo di Dio che gente buona come Roberto Borgo , Alessandro Cardi  e i ragazzi  del master Sport & Sports conoscono bene , come pure i volontari dei due gruppi  e i loro Presidenti Antonella Cibin e Marcello Crespan, che  hanno incontrato la disabilità per non dirsi più addio e come nella trama di film, intrecciano vicende personali  colme di preoccupazioni ed emozioni  che andrebbero raccontate il un libro. La recensione  potremmo farla  noi sportivi dell’ Udace e magari abbellirla con qualche significativa  foto ricordo che la Canon digitale di Nonno Mauro , commossa pure lei , mantiene memorizzata nella card.



Carmine Catizzone