Home » Gare » MASTER PALZOLA 2016/2017 » BORNATE PREMIAZIONE PALZOLA 20

BORNATE PREMIAZIONE PALZOLA 20

A BORNATE SFILANO I CAMPIONI PALZOLA

A BORNATE SFILANO I CAMPIONI PALZOLA - MASTERCROSSMTB

 A BORNATE SFILANO I CAMPIONI PALZOLA

In un salone capiente e accogliente come quello di Bornate,  magicamente addobbato a festa, si sono svolte le mega premiazioni del Criterium Palzola che, come da tradizione, s’è rivelato ancora una volta il più lungo, articolato, partecipato e premiato d’Italia. Alla gradita presenza dello sponsor Sergio Poletti e del figlio Giacomo, del pres. Prov. Alberto Filippini e del responsabile al fuoristrada biellese Gianni Riconda sono saliti sul palco per ricevere la standing ovation di applausi tutti i vincitori di maglie nazionali e internazionali osannati uno ad uno dallo speaker Gianlu Caputo: Pirozzini, Valsesia, Bum Bum e Manuel Ballini, Laura Vecchio, Allegranza, Bertocco e  Di Prima, molti dei quali sono rimasti imbattuti e hanno vinto l’ira di Dio. Il divertimento dunque non è mai mancato, ha sottolineato chi scrive,  come pure la solidarietà  che  c’era prima, c’è oggi e ci sarà anche domani o almeno fino a quando nel  sentiero di Acsi fuoristrada  cammina al  fianco degli organizzatori un vero  signore come Sergio Poletti, amico di tutti  e sportivo convinto che gongola nell’apprendere che anche quest’anno  una vendemmia di maglie è finita  sulle robuste spalle dei ragazzi  da lui sponsorizzati.   A questo punto una bella video clip di Alfonso Giardiello , detto l’uomo di cristallo, viene proiettata sul maxi schermo che ci restituisce un ringraziamento che tocca le corde del cuore e ci commuove : “grazie per quanto state facendo per me, sono ancora ricoverato a Londra e pare che una cura stia facendo il suo effetto, presto verrò a trovarvi e vi ringrazierò personalmente, uno ad uno”. A questo punto ci siamo chiesti cosa significa per noi addetti ai lavori tutto questo e la risposta ce la fornisce Gregorio Sottocorna, filosofo e poeta del gruppo: ”A nostro parere significa essere  fieri di far parte  dei “rapaci” un gruppo orgoglioso come gli alpini di Bassano, capace di manifestare la propria sana identità nella quale i nostri giovani apprendono l’arte del pedale giocando, senza pressione perché il nostro  Palzola  riempie  le domeniche altrimenti monotone, i nostri senatori  invecchiamo pestando ostinatamente su una bici sporca di fango ma linda come un’ostia consacrata e i nostri gesti solidali sono come pepite d’oro che brillano di luce propria,  perché il Palzola riflette il nostro carattere che è forgiato come un aratro. Fra una raffica di  flash e un crostino al Palzola, sfilano i vincitori che sono: D. Di Prima, S- Bertocco, l. Vecchio, V. Berti, G. Sartor, A. Montagner, A. Borini, P. D’Orazio, S. Martinotti, s. Ballini, G. Grechi, P. Vitanza, ed, ex equo , Missiaggia Stefano e M; Caputi. C’è ancora tempo di ringraziare tutte quelle belle persone che all’occorrenza lavorano sodo per preparare i percorsi e i premi che si riconoscono nei “rapaci” e le loro famiglie che li supportano in tutto, applausi anche per il pastificio Fontaneto che anche stavolta ci omaggia del suo pregiato prodotto e ci si lascia con un arrivederci alla prossima edizione che, statene certi, non solo ci sarà ma le novità sono già in cantiere, come quella di fare un trittico di gare a staffetta che tanto successo ha avuta da “Caterpillar” Riconda.

Carmine Catizzone